Showcase

Showcase

Trova il tuo Showcase

Gli artisti pugliesi, già beneficiari del sostegno Puglia Sounds Record, in showcase. Dal vivo, riservati agli operatori. In streaming per tutti. Ogni giorno dal 16 al 18 settembre.

ROCK – POP – INDIE

giovedì, 16 settembre – dalle 16:00

ONLINE

Prenota su partecipa.medimex.it. Evento in streaming su Facebook

16:00-16:20

Larocca

Fatto d’argilla

Larocca, cantautore cresciuto tra la Murgia Pugliese e Milano, pubblica il suo secondo disco che si intitola “Fatto d’Argilla”. L’artista riflette sulla condizione di perpetua trasformazione dell!uomo e di come il tempo ne disegni i contorni, come una mano bagnata modella l!argilla. Fatto d’Argilla è composto da otto brani, che parlano di sogni, viaggi interstellari, vite appena sfiorate, dell’abbandono del Sud Italia, del fenomeno dell!immigrazione. Durante i concerti Larocca è accompagnato da cinque musicisti Pugliesi con i quali suona dal vivo una scaletta che attinge dall’album “Fatto d’Argilla” al singolo “I can’t breathe”, sino ad alcuni brani del suo primo disco “Ventizerotre”. Un respiro che riecheggia sul palco fino ad esplodere in un live che sa toccare le corde più profonde.

16:30-16:50

Gaia Gentile

Sono fuori

Gaia Gentile a soli 17 anni comincia la sua carriera professionale partecipando a concerti e festival in tutto il mondo. Il suo primo disco Sono Fuori nasce con l’intento di trasmettere un messaggio sincero e schietto; racconta di una personalità genuina che non ha paura di esporsi. Ad anticipare l’uscita dell’album è il singolo “Fuori Tendenza”, brano che nasce con l’obiettivo di stimolare in ognuno di noi il desiderio di mostrarsi così come si è: “Fuori Tendenza”, “Fuori Provincia” e “Fuori di Testa”. Il videoclip è stato pensato seguendo il singolo, attraverso un percorso di opere d’arte al femminile. Durante il videoclip, Gaia diventa interprete delle sue opere d’arte preferite, che rappresentano un punto di riferimento importante per la sua vita, tra cui Man Ray, Frida Kalo e Klimt.

17:00-17:20

Marmo

Parvenu

Parvenu è il nuovo progetto del rapper pugliese Marmo. Il termine letteralmente indica una “persona che si è arricchita rapidamente raggiungendo un livello sociale superiore a quello di provenienza del quale, tuttavia conserva ancora la mentalità e i modi”. Nel progetto Marmo non parla di beni di lusso ma descrive un percorso di arricchimento personale volto alla valorizzazione delle sue radici pugliesi. Nei testi, trovano espressione sentimenti sia di rivalsa sociale che di denuncia. Il progetto racconta la storia di un ragazzo di periferia che, con consapevolezza, parla alla sua generazione. Il suo è un inno a fare meglio ed è un modo per dire che tutti possono farcela! I brani hanno diverse contaminazioni che spaziano dalle musiche popolari ai suoni rap, dal reggae fino a ritmi balcanici.

17:30-17:50

Chromophobia

Appia

Chromophobia è un gruppo musicale elettronico pugliese, creato nel 2018 da David Seta e Nuck. Davide Petiti in arte DAVID SETA è un producer e polistrumentista (tromba, trombone, chitarra e voce) e Francesco Verardi in arte NUCK è un compositore, producer, tastierista e tecnico del suono. I due, entrambi classe ’91, provenienti da diverse formazioni artistiche (il primo dall’ambiente orchestrale, il secondo dalla urban music) iniziano a collaborare nel 2018 come compositori e autori per terzi, iniziando a lavorare per I propri inediti. Dopo i primi live di musica elettronica e la stesura dei primi brani nasce Chromophobia che lo scorso 21/07/21 pubblica il suo primo album “APPIA” con le etichette Soulmatical e Universal music Italia.

18:00-18:20

Underworld Vampires

Mondo Parallelo

Il progetto nasce nel 2018 dall’amicizia tra Nicola Catino e Domenico Capobianco. La band “vampirizza” i generi musicali di riferimento (New Wave, Dark, Pop, Rock), ma con un gusto molto personale. La registrazione del primo album, MONDO PARALLELO, ha segnato l’ingresso del produttore Francesco Valentino che diventa il terzo “vampiro”. MONDO PARALLELO riflette la ricerca della dimensione “altra”; un luogo ideale in bilico tra sogno, incubo e cruda realtà, in cui si muovono personaggi epici, s’intrecciano amori impossibili e gli elementi naturali assumono connotati onirici; un luogo dell’anima in cui non c’è una risposta a tutte le domande, gli angeli che lo popolano sono “strani” e girano le spalle a chi gli chiede l’ultimo disperato aiuto. All’album hanno collaborato 11 diversi musicisti.

21:30-21:50

Erica Mou

Nature

Erica Mou è una cantautrice pugliese, classe 1990.
Nel 2012 arriva seconda al Festival di Sanremo, nella categoria giovani, vincendo il Premio della Critica Mia Martini. È candidata ai David di Donatello 2014 per la migliore canzone originale. “Nel mare c’è la sete” è il suo primo romanzo, edito da Fandango Libri nel 2020.
Nel 2020 è in giuria ad Area Sanremo, congiuntamente inizia la sua carriera teatrale partecipando allo spettacolo di Concita De Gregorio “Un’Ultima cosa”, per cui compone anche le musiche. “Nature”, in uscita il 10 Settembre, è il suo sesto album in studio, prodotto tra l’Italia, l’Inghilterra e la Francia.

22:00-22:20

Carolina Bubbico

Il dono dell’ubiquità

Tour di presentazione del nuovo album di Carolina Bubbico “IL DONO DELL’UBIQUITÀ” (Sun Village Records/Puglia Sounds Records), terzo lavoro discografico della cantante, pianista, arrangiatrice e direttrice d’orchestra, che negli anni ha collezionato importanti esperienze e partecipazioni, arrivando a esibirsi nei più significativi festival italiani ed internazionali e nei migliori club, tra cui i Blue Note di Milano, Tokyo e Pechino al fianco di Nicola Conte, e partecipando a Sanremo 2015 in veste di arrangiatrice e direttrice d’orchestra per Il Volo e per Serena Brancale. Le canzoni si distinguono per varietà di stile, a testimonianza della capacità della Bubbico a trovare sempre nuovi punti di incontro tra diversi linguaggi musicali, concependo una musica eterogenea, al di là di ogni etichetta, con chiaroscuri tra l’acustico e l’elettronico, tra ballabili groove, canzoni intime e sonorità world.

22:30-22:50

Muriki

Muriki EP

Le 5 tracce del progetto discografico si propongono all’ascolto come un’improvvisazione funk che coniuga temi strumentali, contaminazione di ritmi e suoni dall’Africa e dal Mediterraneo, e testi nati dalla ricerca lessico/etimologica oltre che ritmico/sonora del dialetto salentino. Il testo “Mari ca ‘ndì mmasùna” nasce dalla scoperta dei termini dialettali “allà mmasùna” e “mmassunàri”, che nel mondo contadino venivano usati col significato di radunare ma anche nascondere. Attraverso immagini di una umanità ammassata, deportata, nascosta punta ad una riflessione sul tema delle nuove schiavitù. Fela parlava di “colonizzazioni mentali” per raccontare le divisioni generate da una realtà manipolata dal Potere. “Involution” è un testo in inglese che esorta alla coscienza di questa condizione e alla necessità di liberarsene. La realizzazione di questo progetto si avvale tra i vari musicisti della speciale collaborazione del Maestro di percussioni afro/cubane Idalberto Torres Premier.

23:00-23:20

Stain

Kindergarten

Stain è un progetto alternative rock nato a Bari nel 2016. Nel primo anno di attvità gli Stain vincono due concorsi regionali e il contest nazionale ‘Tour Music Fest’, che permette loro di organizzare un tour promozionale del loro primo disco ‘Zeus’, con oltre 30 date in tutta la penisola. Da qui in avanti la band sviluppa un sound più complesso e innovativo che li porta al loro ultimo lavoro: ‘Kindergarten’. Il titolo fa riferimento all’atteggiamento compositivo e relazionale che li ha caratterizzati nel processo creativo, ed anche all’asilo degli anni ’30 in cui il lavoro è stato registrato. ‘Kindergarten’ è un ritorno al passato vissuto da quattro ragazzi, catapultati in una dimensione mai sperimentata prima, tra ingenuità e inesperienza musicale tipiche della loro generazione.

23:30-23:50

Ninfea

Rievoluzione

I Ninfea, band pugliese, che con il loro granitico sound rock/grunge da diversi anni anima la scena underground tarantina, si esibirà giovedì 16 settembre al MEDIMEX di Taranto. La band, guidata da Alessio Ligorio, ha pubblicato lo scorso 7 maggio 2021 il terzo album di inediti intitolato “Ri-Evoluzione” prodotto da Max Zanotti, ex voce dei Deasonika e dei Casablanca (uno dei migliori produttori rock del genere) e realizzato con il contributo di Puglia Sounds Record. “Ri-Evoluzione” è stato promosso dai singoli “Sono Virtuale”, “Rumore & Deserto” e “Alieni nel tempo”. Nello showcase la band sarà coadiuvata alle tastiere da Max Zanotti (già nel disco in “Virus Blues”) mentre il violino elettrico di Massimiliano Monopoli arricchirà il suono della band (già nel disco in “Alieni nel tempo”).

WORLD

venerdì, 17 settembre – dalle 16:30

Online

Prenota su partecipa.medimex.it. Evento in streaming su Facebook

16:30-16:50

Radicanto

Trapunto di stelle – omaggio a Domenico Modugno

Questo concerto (tratto dall’omonimo disco) intende contestualizzare l’arte di Domenico Modugno restituendola alla sua terra di provenienza. Un lavoro discografico che rivisita la vita e le canzoni del grande cantautore Domenico Modugno in forma di oratorio teatrale e musicale.
Suoni, storie, narrazioni che si sono riferite e ispirate alla tradizione millenaria del meridione d’Italia: una terra fatta di contatti. Terra di emigrazione e di ospitalità al tempo stesso.
Terra di lavoro, di memoria, di sguardi che attraversano i filari di alberi per finire nel mare.
Le impennate vocali di Domenico Modugno celebrano la terra, il senso dello stare insieme, la lingua del mare. I Radicanto che con i loro arrangiamenti ridisegnano con fascino, eleganza e forte carica emotiva le melodie del cantautore. La musica conduce lo spettatore in un viaggio emozionante attraverso la poetica frizzante e carica di pathos di Domenico Modugno rievocando un pezzo importante della storia e del costume dell’Italia dal dopoguerra ai giorni nostri. Su tutto la musica che disegna e confeziona vestiti nuovi e freschi con arrangiamenti originali per abitare le liriche senza età di Mimmo.

17:00-17:20

Terraross

Ballo a contrabbando

“Ballo a contrabbando” nasce dall’idea scherzosa di voler collocare il genere musicale del gruppo, che è al servizio del ballo semplice e spontaneo, tipico delle nostre antiche tradizioni, nella società attuale che è sempre più virtuale e incline all’omologazione. La musica dei Terraross è infatti energia pura che ha bisogno di trasmettersi in una dimensione vera che necessita di scambi reali. Da qui la definizione “A Contrabbando “, perché sembra ormai quasi illegale potersi scambiare energie positive attraverso la musica e il ballo. Nella creazione del nuovo progetto trova spazio un inno alla nostra terra, amata ma anche deturpata dall’uomo, e alle bellezze naturali della nostra Puglia ricca di storia e tradizioni popolari.

17:30-17:50

I tamburellisti di Torre Paduli

La via dell’armonia – Pizzica d’autore

I Tamburellisti di Torrepaduli sono tra i più amati ed apprezzati musicisti della tradizione pugliese.
Da quando nel 1990 rivalutarono per primi la pizzica, i loro album che hanno incontrato grande consenso di pubblico e segnato una decisa svolta nella musica popolare pugliese e italiana: Fantastica pizzica (1991) Pizzica e trance (1995), Pizzica & Rinascita (2000), Il tempo della taranta: pizzica d’autore (2003), Pizzica grica: To palèo cerò (2006), Taranta Taranta (2009), La via della taranta (2013).
I TdT hanno suonano in tutti i cinque continenti e le loro esibizioni sono state diffuse su numerose televisioni e radio internazionali. Attualmente sono in Tour con La via dell’armonia: pizzica d’autore, album pubblicato nel 2020 da XO Publishing e prodotto da TdT ed ARTEN con il sostegno di Puglia Sounds.

18:00-18:20

Tarantula Garganica

Come Staje

L’attività dei Tarantula Garganica inizia nel 2003, riscoprendo e valorizzando i canti, le poesie, i balli di una cultura lontana che ancora appartiene al Gargano. La loro musica parte dalla ricerca tradizionale e si concretizza in un sound dinamico ed aperto a mirate contaminazioni, nel segno di un cantautorato innovativo. La loro missione è di preservare il “fascino della Tarantella del Gargano” e di trasmetterlo alle nuove generazioni. Il nome del gruppo evoca subito il suono e il ritmo della Tarantella, della chitarra battente e delle castagnole, di una magia musicale ancora vivissima con i suoi cantori, i suoi danzatori, la loro musica travolgente, fonte inesauribile di canti, balli, poesie ed ispirazione. Sei gli album pubblicati che hanno omaggiato la grande tradizione musicale garganica ed i suoi illustri cantori. Progetto esportato in tutto il mondo, con l’attività concertistica del gruppo che ha rappresentato l’anima della Puglia in Europa e in altri continenti.

21:30-21:50

Claudio Prima & Progetto Se.Me

Enjoy

Un ensemble originale per esplorare le potenzialità della musica quale strumento di indagine e mettere in dialogo uno degli strumenti principi della tradizione popolare, l’organetto, con la formazione per eccellenza della musica da camera, il quartetto d’archi. Un repertorio inedito, composto da Claudio Prima, che scandaglia i fondali del Mediterraneo con una scrittura originale che condensa più di vent’anni di ricerca sulle musiche cosiddette “di confine” e sulle inaspettate connessioni fra le tradizioni del mare di mezzo e il mondo classico e che guarda alle origini della musica Adriatica, spingendosi nei territori della modernità e dell’ibridazione stilistica fra classica, folk e musica colta contemporanea.

22:00-22:20

Maria Moramarco

Stella Ariente

Maria Moramarco, impegnata nel lavoro di recupero della tradizione orale, in Stellla Ariènte si fa interprete di un repertorio meno noto dell’Alta Murgia barese. Un viaggio suggestivo attraverso “il canto dello spirito”: liriche devozionali, canti liturgici, preghiere arcaiche  che stimolano la sua eccezionale vocalità  che, in questo particolare repertorio, dimostra doti straordinarie nel riproporre modalità canore ormai scomparse, tecniche vocali di una cultura mai codificata,presente in questi inesplorati repertori. 

Maria è al tempo stesso ricercatrice e interprete, Il suo repertorio contiene canti della Murgia raccolti attraverso una paziente ricerca iniziata nel 1976 e mai terminata. Con Luigi Bolognese e Silvio Teot fonda nel 1978 il gruppo “ Uaragniaun” ha all’attivo 14 pubblicazioni.

22:30-22:50

Mascarimirì

Elettro Mascarimirì

ELETTRO MASCARIMIRI è un frutto di una ricerca sonora di Claudio “Cavallo“ Giagnotti basata su dei ritmi mediterranei sapientemente uniti ai suoni moderni per creare un album dal respiro internazionale, con la capacità di far ballare il pubblico in ogni angolo del mondo.

ELETTRO MASCARIMIRI è un mondo sonoro che si incontra, oltre alle musiche del sud Italia non mancano gli scambi con altre culture del mondo: dal Balkan al sud America (Cumbia, Forrò, Calypso), dal Medioriente (Siria, Libano, Giordania) ai sud di Francia e Spagna finendo in Gitanistan “i mondi della musica Rom Internazionale” – tutto questo pensato elettro-live, per far ballare e far continuare una ritualità ancestrale che solo i ritmi della musica tradizionale conservano.

23:00-23:20

Mimmo Epifani & Josè Barros

Fado Attarantado

Nel disco la maestria compositiva e l’eccezionale tecnica esecutiva dell’inossidabile duo formato dal salentino Mimmo Epifani e dall’Estremadurense Josè Barros, si confronta con lo stile interpretativo di alcuni eccezionali ospiti come Josè Manuel David, Tonino Carotone, Patrizio Trampetti in modo da stringere ancora di più il legame tra le regioni portoghesi e la Puglia. Il progetto “Fado Attarantado” oltre ad essere un funambolico incrocio di corde, di voci e di melodie, propone un repertorio, allo stesso tempo originale e ispirato dalla tradizione dell’Estremadura e del Salento, che mette in luce i legami tra due fondamentali patrimoni di cultura musicale come il fado e la pizzica. Produzione artistica di Francesco Santalucia e di Jorge Fernando.

JAZZ

sabato, 18 settembre – dalle 16:30

Online

Prenota su partecipa.medimex.it. Evento in streaming su Facebook

16:30-16:50

Vince Abbracciante

Musica

<<È la stella nascente della fisarmonica in Italia, dotato di una tecnica notevole, un senso profondo del blues e dello swing. Padroneggia la fisarmonica come pochi e suona con talento qualsiasi genere musicale.>> (Dizionario del jazz italiano, 2014).
“Chi più mi ha impressionato è un giovane italiano, originario della Puglia: si chiama Vincenzo Abbracciante. In ogni brano mi ha imbarcato in una storia e commosso.” (Richard Galliano, Jazzman 2005). Le composizioni di Vince Abbracciante rappresentano una sinfonica coralità di umori e armonie che ci riportano allo choro, alle bande, alla tarantella, al melodramma, alle arie barocche, ai canti popolari di un sud aggrappato alle sue tradizioni musicali. “Musica” riesce a sintetizzare tutto questo, a filtrare e cantare il sentimento di una terra coraggiosa e vitale.

17:00-17:20

Kekko Fornarelli

Anthropocene

Anthropocene è un viaggio tra realtà e immaginazione,
una riflessione sul ruolo che l’uomo ha all’interno della società, dei rapporti umani, dell’impatto nei confronti della natura, tra metamorfosi, cambiamento, reazione ed espressione. È come varcare la soglia del tempo, per tornare ad essere se stessi, diversi, migliori. Anthropocene è un progetto scritto da Kekko Fornarelli e Valerio Palasciano con la direzione artistica di Michelangelo Busco, prodotto da Eskape Music e realizzato in collaborazione con Yamaha Music, caratterizzato da una performance live in un set immersivo che unisce le sonorità
del musicista e compositore di fama internazionale Kekko Fornarelli e la realtà virtuale della video-arte.

17:30-17:50

Michele Fazio

Free

Free… (Abeat Records/IRD), il nuovo disco di Michele Fazio, il pianista che ha firmato le colonne sonore del regista e attore Sergio Rubini. Il lato compositivo di Michele Fazio, gli ha fatto guadagnare una buona fama internazionale. Il trio è completato dal batterista Mimmo Campanale ed dal contrabbassista Marco Loddo,
Free… vuole essere un anelito di libertà in generale (forse anche perché concepito nel periodo Covid) ed allo stesso tempo di richiamo alla libertà espressiva e compositiva che ha ispirato Michele Fazio nell’ultimo periodo, in uno stadio di maturità artistica centratissima e potente. Free… si sviluppa su 11 brani di Michele Fazio, tutti originali tranne un omaggio davvero unico ed originale alla sua terra natale, la Puglia, con una reinterpretazione di “Nel blu dipinto di blu” ( meglio nota come Volare di Domenico Modugno), sensazionale per fascino e struggenza.. Fazio si è sempre contraddistinto per il forte impatto lirico e melodico in grado di far vibrare le corde emozionali più intime dell’ascoltatore con una immediatezza straordinaria. Prerogative che sono valse a Michele Fazio l’appellativo di “supermelodista.”

18:00-18:20

Soul Hunters

Soul Hunters

Il progetto Soul Hunters nasce da una idea che Alberto Parmegiani, musicista e art director dell’Etichetta Pugliese A.MA Records e Antonio Martino, editore, produttore e fondatore della stessa etichetta coltivavano da diversi anni: realizzare un album di Soul Music influenzato dalle sonorità contemporanee Afro Americane seguendo le orme di artisti come Robert Glasper, Erykah Badu, D’Angelo. Nel corso del 2020 Alberto Parmegiani ha scritto e composto nuova musica che combinava sonorità jazz, hip hop, soul e R&B ed assieme ad Antonio Martino alla produzione e il supporto tecnico dell’ingegnere del suono Tullio Ciriello il progetto Soul Hunters ha cominciato a prendere una forma concreta. Dopo un lungo lavoro di pre produzione, nell’autunno del 2020 si è entrati in sala di registrazione assieme ad 11 musicisti che hanno poi confezionato l’album “Soul Hunters” uscito ufficialmente nel Gennaio 2021

21:30-21:50

Roberto Ottaviano

Roberto Ottaviano Extended Love & Eternal Love

Eternal Love è un omaggio all’Africa, alla sua cultura, alla sua musica e al suo popolo, in un’epoca di migrazioni e intolleranze razziali che sembra riportarci all’America degli anni Cinquanta e Sessanta, di Rosa Parks e di Martin Luther King: con questo suo quintetto il sassofonista pugliese Roberto Ottaviano mette l’accento sulla musica come medicina dell’anima e come cemento delle identità collettive, attraverso una selezione di composizioni originali come di Don Cherry, Abdullah Ibrahim, Charlie Haden, Mal Waldron, Dewey Redman, tra gli altri. Negli ultimi anni Roberto Ottaviano è tornato a occupare quel ruolo di primo piano sulla scena del jazz nazionale che gli compete. Ne fanno fede, tra l’altro, le brillanti affermazioni nel Top Jazz 2017 e 2020 di Musica Jazz come musicista, come gruppo e soprattutto con il doppio album Resonance & Rhapsodies. Ma ciò che più conta, è la qualità della sua musica, di progetti lucidamente calibrati e di incontri felici con partner musicali importanti, dal clarinettista Marco Colonna, sorta di alter ego di Ottaviano, al pianista Giorgio Pagoric, alla ritmica costituita da Giovanni Maier al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria. Tutti ben sintonizzati sulla medesima lunghezza d’onda, musicale e umana, del leader.

22:00-22:20

Gaetano Partipilo & Boom Collective

Post Pandemic Aggregation

Dopo l’omonimo album pubblicato da Auand Records nel 2019, Gaetano mette in campo una schiera di musicisti eccezionali, vera è propria linfa artistica del territorio pugliese. Post Pandemic Aggregation è il titolo di questo nuovo lavoro, frutto di composizioni nate durante il primo Lockdown del 2020. PPA è una sorta di abbraccio virtuale con i musicisti relegati in casa in uno dei momenti più bui della nostra epoca. Molte parti dell’album sono state appunto registrate a distanza nell’impossibilità di potersi vedere di persona. Il ruolo della Puglia è questa volta ancora più centrale in quanto un brano dell’album (intitolato Puglia appunto) presenta un testo in italiano ed è letteralmente un esplosione di colori.

22:30-22:50

Armstrong & The Moonwalkers

Izarus

Armstrong & the Moonwalkers nasce nel 2015 dalla passione per il Rock che il batterista Fabio Accardi e la cantante Serena Fortebraccio hanno da sempre condiviso; e dal loro desiderio di reinterpretare le loro Favorite Rock Songs in una chiave piu’ jazzistica, dalla forma piu’ aperta, in una dimensione improvvisativa piu’ libera, e articolata, partendo da un sound Jazz Rock anni 70 per approdare a quello piu’ moderno del contemporary jazz con incursioni nell’elettronica. Desiderio che Accardi già aveva realizzato in un disco sui Police con Paola Arnesano; di Serena Fortebraccio non nuova a queste fusioni, ricordiamo il suo debutto discografico con un progetto su Bjork intitolato “In a shape of a girl“ (Universal) . La folgorazione per Bowie a Natale 2016; (l’anno dalla scomparsa), in seguito all’ascolto di Starman durante la visione del film The Martian; fu la scintilla che accese il desiderio di intraprendere un viaggio spazio-temporale attaverso la musica del duca Bianco; viaggio di circa un mese durante il quale Accardi riscopri’ alcune delle canzoni piu’ belle e significative, che lo ispirarono nell’opera di arrangiamento e riscrittura, come per esempio Space Oddity, Life on Mars, oltre a Starman ovviamente.

23:00-23:20

Guido Di Leone e Francesca Leone feat Trio Corrente

Coracao Vagabundo

Guido Di Leone e Francesca Leone costituiscono un sodalizio artistico tra i meglio riusciti e più significativi non solo in Italia, in grado di interpretare materiale e mood brasiliani, con perfetto rispetto dell’idioma e gusto impareggiabile. Una passione ed una attitudine portata avanti per anni e concretizzatasi già in altre eccellenti incisioni discografiche. In Coracao Vagabundo vengono rivisitati brani che appartengono alla sfera altissima di compositori ed autori come Jobim, Caetano Veloso, Djavan, Chico Buarque, Gilberto Gil, Toquinuo, Vinicius de Moraes ed altri. Ad affiancarli in alcune takes troviamo uno dei gruppi più quotati e pluripremiati della scena jazzistica brasiliana:  il Trio Corrente, già vincitore di ben due Grammy ( l’oscar della musica!)  come best latin album al fianco di Paquito D’Rivera. Il risultato è straordinario e di grande qualità e classe. Si rinverdisce così una vecchia tradizione che ha sempre visto una affinità ed una storia particolare tra artisti e compositori italiani e brasiliani.

Legenda

Evento in streaming su partecipa.medimex.it e su Facebook

Evento in streaming sulla pagina Facebook del Medimex.